Guglielmo

Una lunga storia che sa di caffè, quella della famiglia Guglielmo.

Una tradizione che ha il suo inizio negli anni quaranta, nata da una piccola macchinetta del caffè che, Papaleo Guglielmo ha deciso di collocare nel suo primo piccolo negozio, dopo la gavetta come garzone. Da lì è nato tutto! Trascorrono gli anni e la passione per il profumato chicco aumenta conducendolo, negli anni cinquanta ad iniziare a produrre e vendere caffè. 

Anni di passione che lo hanno portato a sfidare se stesso raggiungendo tutti quegli obiettivi che oggi fanno del Caffè Guglielmo una realtà importante calabrese, ma non solo. Brasile e Vietnam sono tra i paesi dai quali si fa arrivare la materia prima. La ricerca e la dedizione fanno il resto.
Settant’anni di storia che hanno visto ben tre generazioni della famiglia di Papaleo Guglielmo dedicarsi alla torrefazione del caffè con passione innata e stimoli sempre nuovi, focalizzati alla cura del prodotto e del cliente.  

Il palcoscenico di questa storia è il Golfo di Squillace con il suo suggestivo panorama e l’odore inconfondibile di questo mare che ci mette del suo a rendere il caffè speciale. Non dimenticando di preservare la tradizione, l’azienda Guglielmo, che nel 1972 ha inaugurato il nuovo stabilimento destinato a segnare una svolta nella produzione di caffè in Calabria grazie all’utilizzo di macchinari modernissimi, ha lo sguardo rivolto al futuro di una realtà importante in questo territorio. Sapere antico sul quale il continuo studio e aggiornamento rendono fruibile e competitivo il prodotto. 

5 Stelle, Espresso Classico, Espresso Oro, Extra Bar, Caffetteria, la lattina Silver, cui si aggiungono quelle relative al Decaffeinato, al Biologico e al Caffè in Capsule sono le sei linee di caffè, macinato e in grani tra le quali scegliere. Tante anime che hanno avuto una propria evoluzione nel tempo, alimentate non solo dalla passione, ma da tanto studio e dedizione verso una clientela che ha confermato in tanti anni il gradimento verso l’azienda. Grande attenzione alla tostatura, alleata delle sensazioni organolettiche e degli oli essenziali che fanno di un chicco verde, un futuro caffè con un carattere ben preciso. 

Settanta anni di attività e ricordi con i quali, all’interno dello stabilimento è stato creato un museo. Oggetti rari, simboli del trascorre del tempo, testimonianze di come una passione può durare nei decenni e abbraccia anche lo sport, in discipline diverse, con le sponsorizzazioni che in questo museo sono collocate in una sezione ad hoc.